La Domotica un’idea

Con il mio collega Roberto Barzaghi e il mio nuovo lavoro in AGS, con la concomitante ristrutturazione di casa, volevo introdurre il concetto di domotica in casa mia. Di domotica se ne parla già da molti anni, però non si capisce mai bene come implementarla e anche che costi abbia. Un grosso impulso lo hanno dato Google Home e Alexa che fungono da unica semplice interfaccia. Poi la domotica deve poter consentire anche un accesso tradizionale ai dispositivi. E’ qui che è nata l’idea di domotizzare l’impianto esistente con funzione parallela: uno può scegliere se accendere la luce a mano o tramite comandi. Inoltre bisogna perimetrare bene ciò che è domotizzabile:

  • luci con comandi vocali
  • tapparelle
  • depuratore d’aria
  • elettrodomestici vari collegabili
  • antifurto

Questo lo si può ottenere con Shelly Relè. Passo successivo:

  • comandare tutti i telecomndi infrarossi con il wi-fi (escluso cancelli automatici e chivi/antifurti auto)
  • introdurre anche un mini PC es. raspberry (che però necessita di software e di essere interfacciato con l’esecutore di comandi)

fonte: https://hassiohelp.eu/2018/12/10/guida-shelly1/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *