Il fallimento delle Banche on-line

2018: raccolgo qui alcune impressioni susseguitesi negli ultimi tempi. E’ con grande tristezza che devo constatare il fallimento delle Banche on-line. Se avevano ragione di esistere perché in pratica azzeravano i costi in cambio di una gestione self-service, oggi stanno reintroducendo pian piano le commissioni al pari di una Banca fisica, che in più offre anche l’assistenza di una persona fisica e reale sempre a disposizione.

Anche ING sta reintroducendo le commissioni per la carta di credito di 0,50 ct a carta, dopo che aveva già rimesso i bolli dello stato. La mia Banca BCC mi ha cambiato bancomat e reintrodotto le commissioni prelievo fuori istituto. Si mormora che anche Fineco farà pagare un canone annuo per le carte di credito in scadenza. Insomma contrariamente da quanto auspicato da ABI e digitalizzazione i costi per gli utenti finali non sono stati tilti, ma adesso vengono reintrodotti. Questo perché la Banche hanno bassa marginalità sulla Clientela Retail (ovvero povera), questo fa si che tornerò presso una banca fisica e con le commissioni alte.

15.10.18: dopo tre giorni ti tentativo di contatto riesco a parlare con una banca on-line, devi inserire codice cliente, data di nascita e pin, altrimenti nessuno ti da retta. Dopo ti dicono quanti minuti devi aspettare … arriva il turno chiedo delucidazioni su queste  nuiove commissioni e scopro che  mi hanno inviato una carta di credito nuova dopo che le ho appena disdette … povere banche che sono destinate a fallire ….

22.10.18: per estinguere il mutuo sono andato nella filiale fisica di una banca on.line, sambrava di essere in coda per il cambio medico negli anni 80, tre ore di coda in mezzo alla confusione, senza assistenza e con gente principalmente retail. Ma come dovrebbe essere la propria vetrina per la Clientela e invece viene trascurata così ? Mai più una anca on-line, voglio tornare allo sportello fisico e vicino casa

25.03.19: richiedo al mio istituto una c/credito mi propongono NEXI, 3 settimane per averla, la attivo e per avere accesso web devo aspettare 72 h. Poi scopro che avevo una vecchia registrazione del 2000 con CARTASI’, richiamo i sistemio sono giù .. devo richiamare. Richiamo questa volta il Back Office è giù … richiamo ed è passato più di un mese da quando ho deciso di fare una cartya di credito VISA … ma nell’era della digitalizzazione è possibile secondo voi ?

Marzo ’19: ING non può aprire più nuovi c/correnti, sarà un caso ? 🙂

Febbraio 2020: anche Fineco introduce unilateralmente (chi glielo permette?) il canone annuo !!! Siamo alla fine della digitalizzazione e al fallimento della stessa.

L’Odissea del Mutuo: ho chiesto un mutuo tramite mutui-online, credo ad ottobre e adesso sono a Gennaio che sono ancora in attesa, ti controllano veramente tutto come se fossi un appestato, mentre lasciano fallire banche (vedi Banca Popolare di Bari che è solo l’ultima delle 5 fallite). E’ uno scandalo ! Mi danno un mutuo al max. di 25 anni data l’età (mentre c’è la possibilità di andare in deroga da parte del Direttore di Filiale). HelloBank, ISP etc… non hanno interesse a prendere nuovi Clienti, tengono le commissioni altissime, facendo leva che la gente non cambia il c/c per pigrizia.

Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *