Parco del Pollino (Calabria) – Agosto 2012

Raccolgo qui alcune note sul viaggio effettuato dal 11/8/2012 al 2/9/2012 in Puglia e Calabria da me e da mia Moglie Antonella. Questo articolo tratta del Parco del Pollino (lato Calabro) e potrebbe essere utile a chi si appresta ad organizzare un viaggio simile.

Il punto di appoggio è stato il paese di Mormanno (CS) sul confine con la Basilicata, base di partenza per tutte le escursioni (Agriturismo Aria Fina ottimo rapporto qualità prezzo). Per la visita del Pollino (il più grande Parco d’Europa) è consigliabile prendere una guida (almeno per la prima volta, 100-120 € la giornata), se volete consigli contattatemi.

Escursione sul Pollino: lasciare l’auto presso il colle dell’Impisu a Veggianello (colle dell’impiccato, un brigante) e si prosegue verso un’altopiano dove si trova uno dei pochi rifugi del parco, passando anche da una fonte di acqua ove è possibile rifornirsi. Da li poi si può salire sulla destra per arrivare ai primi Pini Loricati (come la corazza dei Legionari Romani), si è nella zona del Pollinello. Poi si può raggiungere il Pino più longevo di quasi 1.000 anni detto il Patriarca. Li abbiamo fatto foto e video:

guarda il video: Video Pol li no Italia 1

e aspettato il tramonto (spettac olare !). POi si è rientrati in notturna sentendo animali (cinghiali, mucche e cani pastori), vedendo impronte di cinghiali e lupi, e attraverso un fitto bosco di faggi che ti avvolgono completamente.

Rafting sul Fiume Lao: una emozione da non perdere ! ! ! Costo di ca. 60€ cad., si sperimenta il lavoro di squadra (Team bulding) con persone che non conosci e un capo squadra. Percorso medio da Laino Borgo di 14 Km (3 – 4 h ca.), seguendo gli ordini: avanti, indietro, stop, tutti dentro, tutti a destra, tutti a sinistra, un’esperienza bellissima !

Grotta del Romito: grotta dove ha vissuto l’uomo del paleolitico, quando non esisteva ancora l’agricoltura, famosissimo (anche sui libri di storia) il bue disegnato sulla roccia.

Da vedere ancora: come detto prima è il Parco più grande d’Europa ci sono ancora tantissimi luoghi da visitare come i vari Santuari, le gole del Raganello dove si pratica Canyoning (attenzione alle vipere sia d’acqua che di terra però !), piccoli borghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *