Un minuto per salvarsi dall’aneurisma dell’aorta addominale

Anche a me è stato diagnosticato un aneurisma addominale sottorenale: grazie al check up che la mia Azienda mi da come benefit, del tutto casualmente, mi è stato diagnosticato nel 2008: ricordo ancora come ci ero rimasto male appena appresa la notizia. Se posso darvi un consiglio, non vi abbattete e affidatevi a un buon Angiologo e fate una ecografia all’anno di controllo per tenere monitorato il diametro. Alla fine bisogna imparare a convivere con le proprie malattie e tenerle monitorate, senza farsi cambiare la propria vita.

Fonte: http://www.cecchinicuore.org/index.php?option=com_content&task=view&id=297&Itemid=2

Una bella campagna di prevenzione

La Società italiana di chirurgia vascolare ed endovascolare (Sicve) e l’Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione hanno promosso una campagna di prevenzione dell’aneurisma aortico addominale, durante la quale verranno effettuati controlli gratuiti in 16 regioni

La prima edizione della campagna di prevenzione dell’aneurisma aortico addominale promosso da Sicve e dall’Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione coinvolgerà 24 centri specialistici in 16 Regioni italiane. Il programma di screening, chiamato “Un minuto per la vita” offre la possibilità alla popolazione italiana maschile tra i 65 e gli 80 anni, fascia di età più a rischio, di effettuare visite specialistiche gratuite, durante le quali verrà effettuato un esame ecografico addominale per valutare il diametro dell’aorta addominale. La rottura di un aneurisma è un evento grave che può essere prevenuto trattando la dilatazione aortica: «Oltre alla via chirurgica classica – ha dichiarato il senatore Antonio Tomassini, presidente della Commissione igiene e sanità del Senato – esiste la via endovascolare, adatta per pazienti anziani o in cattive condizioni generali e cardiologiche. Da qui nasce l’interesse a diagnosticare precocemente, in fase di pre-rottura, la patologia, per poter riparare l’aorta». L’efficacia dello screening nel ridurre la mortalità derivata dalla rottura dell’aneurisma aortico addominale è stata documentata dallo studio Multicenter aneurysm screening study (Mass) realizzato nel Regno Unito, che ha dimostrato di poter prevenire oltre 2.000 morti l’anno. Inoltre, è stato anche stimato un rapporto costo/beneficio più vantaggioso rispetto a quelli per altre patologie dell’età adulta.

«Con questo progetto ci aspettiamo anche di ottenere dati sull’incidenza della patologia aneurismatica in una popolazione a rischio e soprattutto di riconoscere precocemente la lesione, mettendo in atto le contromisure necessarie per ogni singolo paziente» ha spiegato Maurizio Puttini, Presidente Sicve. E aggiunge: «Ai pazienti che non presenteranno alcuna dilatazione dell’aorta saranno consigliati controlli a lungo termine. Quelli che mostreranno un diametro superiore ai 3 cm saranno avviati a un percorso di follow-up molto stretto. I casi che manifestassero una dilatazione superiore ai 5 cm diventeranno, invece di interesse chirurgico. Per questo motivo Sicve intende prolungare l’osservazione dei pazienti che si presenteranno per effettuare lo screening almeno per 5 anni». Il programma ha ricevuto il Patrocinio del Senato della Repubblica e del ministero della Salute e ha visto, come primi partecipanti, 100 senatori, i quali hanno risposto all’invito di sottoporsi a un esame ecografico per valutare un’eventuale dilatazione dell’aorta addominale, dando un segnale importante ai cittadini.

6 Replies to “Un minuto per salvarsi dall’aneurisma dell’aorta addominale”

  1. Girando e rigirando per INTERNET ho pescato il Vs. sito, ed ho pensato di chiederVi informazioni.
    Vorrei sapere se è ancora in corso la Campagna per la prevenzione dell’AAA. , e come fare ad usufruire di un controllo gratuito e possibilmente nell’arco di poco tempo(Regioni di mio interesse “Puglia o Emilia Romagna”. La visita e l’ ecografia sono per mio padre , -età 81- visita di controllo in quanto già diagnosticato AAA-

    Abbiamo già richiesto una ecografia di controllo tramite il Servizio Sanitario Nazionale che però , nonostante la nota del medico “URGENTE” , ci rimanda al prossimo 02/2012″.
    Ovviamente, l’alternativa alla quale si è già pensato è “la visita a pagamento”.
    Vi ringrazio vivamente. Luigi.

  2. Vorrei conoscere se in caso della dilatazione dell’aorta l’intervento chirurgico viene effettuato dall’esterno,come nel caso di sostituzione di una valvola,o all’interno con l’apertura del torace come nel caso di bypas al cuore.Grazie

  3. Ho perso mio padre all’età di 68 anni per un aneurisma aortico addominale, e avrei il piacere di trovare delle associazioni a cui poter dedicare delle iniziative che possano servire alla raccolta fondi per la ricerca. Cosa potete consigliarmi? Grazie.

    1. Ciao Nicolo’, mi ha fatto piacere ricevere il tuo commento. Se l’argomento ti interessa posso chiedere a un nostro grande amico di famiglia che è Cardiologo Vascolare. Ciao fammi sapere e grazie per il tuo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *